Guida visuale ai vini italiani e del mondo


Osservare la copertina, guardare il suo retro, leggere le note di presentazione e dare uno sguardo a casaccio all’interno: ecco 4 pratiche azioni per decidere se comprare un libro.

vinology-copertina

Nota introduttiva

Vinology è l’inebriante discorso del vino aperto a tutti. Mi occupo di vino da vent’anni, per lo più nella forma del racconto giornalistico, oltre che da assaggiatore curioso e appassionato, ma questa volta mi si è presentata un’occasione davvero unica, quella di intrecciare la mia conoscenza in materia con il linguaggio contemporaneo dell’infografica.

Elaborando il progetto siamo andati oltre l’idea di partenza, cioè quella di creare grafici per spiegare il vino, i principali vitigni, le regioni viticole. Abbiamo sognato di tracciare una via italiana al “data journalism” del vino, cioè di arricchire le nozioni fondamentali per comprendere questo meraviglioso ma complesso mondo, con una sensibilità di tratto e di sostanza italiana.

Ciò significa non solo cura dell’estetica e del particolare dell’illustrazione, ma anche apporto di informazioni, dettagli e concetti profondi seppure mascherati e alleggeriti dal disegno.

Questo approccio di “leggerezza sostanziosa” rende il libro fruibile su più livelli: intrigante per i curiosi, godibile per gli appassionati, e utile agli esperti. Si passa dalla definizione di “cru”, alla miniera di notizie su vini e vitigni, dei quali forniamo anche ‘innovativo “calice del tempo”, che illustra i principali profumi in sequenza cronologica, da quando il vino è giovane a quando invecchia nobilmente.

Il nostro calice mostra i descrittori più tipici, il corpo del vino, la sua consistenza, freschezza, tannicità: si propone, insomma, di descriverne la fisionomia in un colpo d’occhio.

Con le sue 85 schede sui vitigni e le mappe geografiche del mondo, Vinology è un’opera formidabile per conoscere o approfondire la materia, con un respiro internazionale. Nello scriverlo, ho pensato che i lettori lo avrebbero usato come un testo di riferimento per togliersi una curiosità, o per addentrarsi con semplicità in un mondo complesso.

E magari anche, perché no, per stupire gli amici nella degustazione “alla cieca”, cioè quando ti ritrovi da solo davanti al liquido che ondeggia nel calice e ti viene chiesto di riconoscere il vino. Esercizio sempre molto arduo, ma grazie ai calici di Vinology forse meno impossibile.

  • Alessandro Torcoli – Vinology
  • Bur Rizzoli € 18,00

vinology-interno-def

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend