Aumenta la vendita dei prodotti da freezer. Un decalogo per l’acquisto intelligente


Gli italiani sono sempre più amanti dei surgelati, soprattutto se si tratta di verdure e pesce. Lo conferma il rapporto annuale dell’Istituto Italiano Alimenti Surgelati rivelando un dato significativo sulle vendite nei primi mesi del 2017. Il consumo di prodotti da freezer ha fatto registrare un + 2,9% nel periodo compreso tra gennaio ed agosto. Un incremento superiore a quello del settore alimentare nel suo complesso e riferito al solo canale della vendita al dettaglio. Un boom o, se si preferisce, una tendenza che si consolida.

LA HIT PARADE DEI SURGELATI

Nella prima parte del 2017 sono state acquistate circa 330 mila tonnellate di surgelati. In termini di preferenze, gli italiani hanno scelto prodotti vegetali (136.789 tonnellate), ittici (61.958 tonnellate), pizze e snack (49.788 tonnellate). A proposito di questi ultimi, va detto che fanno registrare la maggiore crescita rispetto all’anno precedente con +4,5%. Un dato interessante come quello relativo alla vendita a domicilio, che nel 2016 è aumentata del 3,3%. E come quello della vendita in chiave territoriale, ormai uniforme da Nord a Sud. A proposito dei dati del 2016, fa impressione il numero di famiglie italiane che hanno acquistato surgelati. Sono state circa 24.700.000, pari al 95,6% del totale, e lo hanno fatto, in media, 2 volte al mese. Come si spiega questa crescente propensione al consumo dei prodotti sotto zero? Con una molteplicità di motivi. I consumatori italiani ritengono che i surgelati rappresentino una scelta di grande praticità che non penalizza il gusto. Considerano i prodotti da freezer igienicamente sicuri e, ragione sempre più importante, funzionali alla riduzione degli sprechi alimentari.

IL DECALOGO PER LA SPESA INTELLIGENTE DI SURGELATI

Per acquistare e consumare al meglio i prodotti surgelati, l’IIAS ha stilato un decalogo di semplici consigli da osservare attentamente:

  1. Scegliere i punti vendita più frequentati e con maggior rotazione di prodotti.
  2. Accertarsi che i banchi vendita siano puliti, ordinati e privi di brina visibile.
  3. Verificare che l’indicatore di temperatura all’interno del banco frigo sia sempre pari o inferiore ai 18°C.
  4. Acquistare i surgelati alla fine della spesa.
  5. Evitare l’acquisto di prodotti posti nel banco di vendita visibilmente mal ridotti, in confezioni aperte o con superficie brinata oppure umida, perché potrebbero aver subito importanti sbalzi di temperatura.
  6. Accertarsi al tatto che i prodotti, al loro interno, non siano fortemente ammassati.
  7. Utilizzare le borse termiche per il trasporto a casa dei prodotti surgelati e, se non se ne dispone al momento, mettere i prodotti surgelati tutti insieme in una busta separata dal resto della spesa.
  8. Depositare i prodotti nel freezer entro 30 minuti dall’acquisto.
  9. Una volta riposti i prodotti nel freezer domestico, aspettare almeno qualche ora prima dell’utilizzo.
  10. Se, dopo l’arrivo a casa, un prodotto risultasse in parte scongelato, non riporlo in freezer, ma consumarlo in breve tempo, tenendolo in frigorifero.

 

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend