News Board

«Creative Journal»

Il matrimonio cambia il gusto La vita di coppia uniforma le preferenze alimentari. Lo rivela una ricerca

19 settembre 2017,   By ,   0 Comments
Foto: www.pexels.com

Che il matrimonio cambi le persone è cosa nota, un po’ meno che ne modifichi anche il gusto. Una ricerca dell’Università di Breslavia sembra lasciare pochi dubbi in materia: la vita di coppia uniforma le preferenze alimentari. Per essere precisi, più una relazione va avanti, più il proprio gusto personale si avvicina a quello del partner. Come dire che il passare del tempo porta moglie e marito (o compagna e compagno) a preferire sapori e odori simili. Una conseguenza emersa con chiarezza da un esperimento.

 

UN ESPERIMENTO PER CAPIRE I CAMBI DI GUSTO

I ricercatori hanno condotto uno studio su coppie sposate da un periodo che andava dai tre mesi ai 45 anni. Nello specifico, gli studiosi polacchi hanno testato le preferenze alimentari di un gruppo composto da cento donne e cento uomini. Ogni persona ha respirato per cinque secondi odore di lavanda, cioccolato bianco, caffè, cannella, carne affumicata, limone e miele. Subito dopo ha dovuto valutare su un’apposita scala una serie di sapori che gli venivano spruzzati in bocca. I sapori in questione erano di quattro tipi: dolce, amaro, acido e salato. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Appetite evidenziando che affinità di preferenze e lunghezza del matrimonio erano correlate. Le valutazioni in termini di gusto e odore erano tanto più simili quanto più lungo era il periodo della relazione. La durata del matrimonio aveva un peso del nove per cento nella differenza nell’apprezzamento dei sapori. Una percentuale che diventava pari a sei per cento per quanto riguarda le preferenze in fatto di odori.

 

I MOTIVI DEL CAMBIO DI GUSTO

La causa principale di questa tendenza all’uniformità di gusto risiederebbe nel numero di pranzi e cene fatti insieme.  La condivisione continuata di una famiglia, nonché di cucina e frigorifero, indurrebbe i partner a mangiare tipi simili di cibo. I ricercatori dell’Università di Breslavia ci tengono a sottolineare che il ruolo della genetica nelle preferenze alimentari è ben documentato. Dati alla mano, però, invitano a considerare anche il ruolo dell’ambiente e le abitudini condivise. Sarebbe l’esposizione agli stessi stimoli olfattivi e gustativi a uniformare le preferenze dei partner. Insomma, secondo questa ricerca è probabile che il matrimonio cambi il gusto degli sposi: sarebbe solo una questione di tempo.

Lascia un commento







Send this to friend