La società di cibo a domicilio apre anche a Roma e a Firenze. E punta alla leadership


Diventa sempre più interessante il match che vede in gara anche in Italia le società di food delivery. Dopo il lancio di Ubereats a Milano, ora tocca a Foodora annunciare il suo ampliamento. Dai primi giorni di dicembre, infatti, la società già attiva a Milano e Torino è operativa anche a Roma e Firenze, rispettivamente con 100 e 50 ristoranti già in lista.

Come funziona Foodora

Il servizio consente di utilizzare il proprio smartphone per farsi recapitare, a casa o in ufficio, un pasto entro 35 minuti dalla conferma dell’ordine. Dotati di di giacche e box termici rosa, i fattorini Foodora si muoveranno in moto, scooter o bicicletta per consegnare diversi tipi di pasti. Specialità di street food e pasti salutari compresi.

Il costo del servizio

È pari a € 2,90 con un ordine minimo di 10 euro da saldare rigorosamente online. A Roma il servizio è disponibile, per il momento, nei quartieri Parioli, Prati e Flaminio oltre che al Centro. Tra le altre cose, prevede la possibilità di ordinare i burger dell’Hamburgheria di Eataly e di Open Baladin, il sushi di Jinjà e Kombu, lo street food di Nonna Lia e il gelato o la cioccolata di Grom.

Come dire, l’affare si ingrossa e l’offerta deve adeguarsi.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend