Il meteorologo più amato dagli italiani ama i prodotti genuini


Se Daniele Mocio fosse un nostro amico, le previsioni meteo non ci provocherebbero tanta ansia. E sì perché la sua notevole competenza e, soprattutto, sul suo senso della misura ci renderebbe immuni al meteo terrorismo. Basterebbe un sms e saremmo più tranquilli. Un’alternativa, però, c’è: basta seguirlo in tv. È lui l’esperto a cui la Rai ha affidato il compito di dirci che tempo farà. Meteo a parte, Daniele Mocio ama anche la buona cucina e, tantissimo, i prodotti genuini dell’orto di famiglia.

DANIELE MOCIO TRA PREVISIONI E FORNELLI

 Daniele, quale idea ha del gusto il meteorologo più amato dagli italiani?

Il gusto a tavola, per me, è la semplicità nel cibo, nelle pietanze. Possiamo trovare cose molto complesse dal punto di vista proprio di preparazione, però poi sono le cose semplici, quelle che ti danno il gusto e la soddisfazione. Ecco per me il gusto è la normalità che il palato prova nel momento in cui viene ingerito un cibo.

Daniele, se dovessi riassumere questa definizione con un ingrediente o con un piatto cosa ti viene in mente?

Mi vengono in mente le tagliatelle di mia madre fatte a mano in campagna, con prodotti assolutamente naturali. Dalle uova al sugo, sempre prodotto dal mio orto, e preparato da mia mamma.

Daniele, gli impegni professionali, però, non sempre ti consentono di gustare la buona cucina di mamma. Quando hai poco tempo a disposizione, come organizzi i tuoi pasti? Rinunci al gusto con un panino al volo?

È molto raro. Il panino al volo o la pizza, a me piace molto quella con la mortadella, magari li mangio quando ho proprio la necessità. Però, se ho qualche minuto in più, cerco di fermarmi e di trovare un posto che mi possa dare, anche in breve tempo, una sensazione di gusto che altrimenti si perderebbe se ci si limitasse ad un panino. Posso parlare di quando vado in giro per l’Italia, ecco, magari un ristorante caratteristico del posto in cui vado può essere la situazione ideale, anche per un breve lasso di tempo che si ha a disposizione.

Daniele, è dal punto di vista salutistico come ti regoli quando mangi fuori casa? Segui una dieta particolare?

Seguo una dieta prettamente mediterranea. Fortunatamente la natura mi ha consentito di non ingrassare, indipendentemente da ciò che mangio. È chiaro che poi in questo periodo, soprattutto negli ultimi tempi, ci troviamo di fronte a situazioni sempre non troppo chiare. Non è detto che sappiamo sempre quello che mangiamo, indipendentemente da come ci viene presentato il piatto, oppure sappiamo, da quello che ci viene detto, che cos’è realmente. Io se posso cerco di mangiare laddove sono sicuro che quello che mi propongono è realmente quello che mi danno.

Daniele, per chiudere torniamo a casa: come te la cavi dietro i fornelli? Come se la cava Daniele Mocio in cucina?

Daniele Mocio in cucina, quando ha tempo, se la cava decisamente bene. Preferisce, concedimi questa espressione, “essere cucinato”. Nel momento in cui ho tempo mi diletto un po’, considerata l’eredità gastronomica da parte della mia mamma abbastanza importante, quello che mi porto dietro, quello che mi è stato fatto mangiare, cerco di trasformarlo in qualcosa da poter cucinare. Quindi, sia col mangiare sia col preparare io ho un buon rapporto.

 

Fonte foto: www.unitreorvieto.it

Commenti

commenti

Send this to friend