Il governo riduce il prelievo fiscale sulla birra


Tra le pieghe della manovra finanziaria c’è un provvedimento che, per una volta, non penalizza il portafogli di consumatori e imprese: in commissione Bilancio è stato approvato un emendamento che riduce l’accisa sulla birra, portandola a € 3,02 per ettolitro. In termini pratici, si tratta di un abbattimento di 2 centesimi a litro.

Lo scopo dell’intervento lo ha spiegato il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta sottolineando che si è voluto dare “un segnale al settore della birra che è in crescita e che in questi anni ha ricevuto più di un intervento in campo fiscale”.

Il provvedimento

ha avuto una gestazione bipartisan e dovrebbe essere il primo di una serie di interventi a favore dei piccoli e medi produttori che hanno bisogno di essere sostenuti sia per evitare di essere assorbiti dai grandi gruppi multinazionali sia, e soprattutto, per rafforzare una filiera artigianale che può già vantare una significativa presenza in molte regioni italiane, dal profondo nord al profondo sud. 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend