Come il mangiare italiano ha conquistato il mondo


Il gusto italiano ha radici antichissime, e modernissime. La pizza ha superato con disinvoltura i suoi primi mille anni di vita, lo spritz è poco più che quarantenne. Il pandoro risale al 1549, ma farcirlo con la nutella sarebbe stato impossibile prima del 1964. Alessandro Marzo Magno ha scritto un libro che è un interessante viaggio nella memoria, indispensabile per capire le origini meticce del made in Italy.

genio-del-gusto-1

LA STORIA DEL GUSTO ITALIANO

Leggere “Il genio del gusto” aiuta a scoprire come la nostra cucina sia stata in grado di accogliere lavorazioni e ingredienti da tutto il mondo. E come abbia saputo reinventarli e farli propri, costruendo attorno al cibo una cultura originale e una identità collettiva. Si svelano così le origini sorprendenti dei grandi protagonisti della gastronomia italiana: veniamo a sapere che la pasta ha origini arabe. E che la pizza era preparata già dagli antichi greci. E che quando facciamo colazione al bar con caffè e croissant assaporiamo una bevanda turca accompagnata a un dolcetto che simboleggia la bandiera ottomana. Perché la cucina è sempre contaminazione, e migliora viaggiando e incontrando il diverso.

La grandezza del genio italiano è stata – ed è ancora – nel reinterpretare l’esotico, mescolarlo col casalingo e poi diffonderlo in tutto il mondo. La forchetta arriva a Venezia da Bisanzio ma è dall’Italia che si diffonde per il resto d’Europa. I bufali giungono in Campania e nel Lazio dall’Asia e poi la mozzarella conquista tutti i continenti. Il riso è un cereale orientale eppure il risotto diventa uno dei simboli della cucina futurista.

Ma Alessandro Marzo Magno racconta anche storie di innovazione e coraggio imprenditoriale tutte italiane: il carpaccio, inventato nel 1963 da Giuseppe Cipriani fondatore dell’Harry’s Bar a Venezia; la macchinetta per il caffè espresso, nata dall’inventiva di un fonditore di alluminio che osservava la moglie fare il bucato. E, poi, la Nutella, il cui primo barattolo uscì dalle linee della Ferrerò, ad Alba, il 20 aprile 1964. “Il genio del gusto” descrive così in che modo il mangiare italiano è riuscito a conquistare il mondo. Imponendosi ovunque come sinonimo di qualità, di benessere e di autenticità.

il-genio-del-gusto-2

 

Alessandro Marzo Magno

IL GENIO DEL GUSTO

Come il mangiare italiano ha conquistato il mondo

Ed. Garzanti € 22,00

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend