Una versione flessibile di vegetarianismo che non esclude il consumo di carne


In principio fu la campagna “Meat-free Monday” lanciata da Paul Mc Cartney per sensibilizzare l’opinione pubblica sui danni, sia all’ambiente che alla salute, provocati dall’eccessivo consumo di carne. Oggi è uno stile alimentare che, secondo alcuni media britannici, potrebbe essere
la vera tendenza del 2017. Si chiama flexitarianesimo e si può considerare una forma di vegetarianismo part-time.

La dieta flexitariana

Lontana da fanatismi e vincoli stringenti, la dieta flexitariana propugna uno stile di vita, sano e consapevole, che prevede tre livelli di flessibilità: principiante, avanzato ed esperto. I principianti evitano di mangiare carni per due giorni su sette oppure ne limitano il consumo settimanale a 737 grammi. Chi vuole spingersi più avanti può portare i giorni senza carne a tre o quattro per un consumo settimanale non superiore a 510 grammi. La settimana dei flexitariani esperti prevede, infine, cinque giorni senza carne per un consumo massimo di 255 grammi.

Pro-vegetali ma non anti-carne

In parole povere, il flexitarianesimo reinterpreta il ruolo della carne considerandola più un contorno che non un pasto principale. I veri protagonisti sono gli alimenti vegetali, di cui è bene conoscere il diverso apporto nutrizionale e, quindi, il giusto bilanciamento tra quelli che apportano più proteine e quelli che apportano carboidrati. In ogni caso, spazio a legumi, frutta secca, cereali integrali, frutta e verdura ma anche a cibi più insoliti come kefir, burro di semi di girasole, tahini, superfood in polvere e mousse di tofu.

In conclusione, seguire una dieta flexitariana significa seguire un piano alimentare pro-vegetali ma non anti-carne. Un piano utile per aumentare il consumo di alimenti più economici e salutari o, più semplicemente, per ridurre il gigantismo delle classiche porzioni di carne. Perché è questo il fattore che potrebbe decretare il successo del flexitarianesimo: la flessibilità. L’esatto opposto di certo veganismo talebano.

 

Per saperne di più: eat vegan befor 6

 

VB6

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend