News Board

«Creative Journal»

Dimmi che lavoro fai e ti dirò cosa mangiare La dieta perfetta per ciascuna professione

02 agosto 2017,   By ,   0 Comments

 

Foto: Pexels.com

 

Da casalinghe a medici esiste una dieta per ogni professione. Sì perché in base alla tipologia di lavoro è possibile ottimizzare la dieta affinché il cibo supporti il corpo e la mente adeguatamente,  garantendo energia e operatività per tutta la giornata.

A parlarne è la Dott.ssa Serena Missori, specialista in endocrinologia, diabetologia e nutrizione,  spiegando che in base al carico di lavoro ed allo stile di vita che esso comporta, esiste un tipo di alimentazione precisa da seguire.

Vediamo nello specifico alcuni esempi.

 

GLI IMPIEGATI

Quello degli impiegati è un lavoro che costringe a stare seduti dietro le scrivanie per un periodo relativamente lungo e che genera una serie di problematiche: ritenzione idrica negli arti inferiori, gonfiore alle caviglie e indolenzimenti al ginocchio. Mentre contratture al collo e alle spalle sono spesso legate alla postura obbligata.

Il consiglio è quello di bere molte tisane drenanti e disintossicanti e di non abbondare col pranzo, bilanciando tra cereali integrali, proteine magre e verdure a foglie piccole, aggiungendo un filo d’olio extra-vergine d’oliva e semi di lino, questi ultimi ricchi di omega-3 e antinfiammatori.

L’importante è evitare fosfati di potassio, acidi grassi e anti-agglomeranti, tutte sostanze contenute all’interno di alimenti come merendine, bibite gasate e altri prodotti che spesso ritroviamo negli uffici, all’interno dei distributori automatici.

 

lavoro-ufficio

Foto: Pexels.com

 

I LIBERI PROFESSIONISTI

Che si tratti di un imprenditore, di un manager o del proprietario della farmacia sotto casa, questa categoria di soggetti è accomunata da un’unica caratteristica: lo stress. Il loro lavoro richiede un notevole sforzo intellettuale e un bel carico di responsabilità, per cui è bene prediligere cibi ricchi di magnesio come ad esempio mandorle, anacardi o carciofi crudi.

È importante poi iniziare la giornata con il piede giusto, anzi, con la colazione giusta: nutriente e preferibilmente salata. A pranzo ci si può orientare su insalatone leggere per poi integrare la melatonina durante l’arco della giornata integrare con alimenti quali banane, noci o avena utili a combattere lo stress.

Un dettaglio da non trascurare è l’orario della cena conta: entro le 21.00, preferibilmente masticando lentamente. Assolutamente vietato saltare i pasti! Questi piccoli accorgimenti contribuiscono a ridurre il carico di stress, spesso causa di insonnia, irrequietezza ed ansia.

 

LE CASALINGHE

Le casalinghe svolgono uno dei lavori che comportano maggiore dispendio di energie quindi consumano molte calorie. Il problema, anche qui, è il rischio di irregolarità nel consumo dei pasti sia in termini di orari che di quantità. Mangiare mentre si cucina o mentre si svolgono le faccende domestiche può facilmente trasformarsi in una cattiva abitudine. Altro rischio, potrebbe essere quello di mangiare gli avanzi per evitare gli sprechi; il consiglio è quello di fare la giusta spesa e cucinare le giuste quantità per tutta la famiglia così da riuscire a consumare tutto. Anche per le casalinghe è consigliata un’abbondante colazione ricca di fibre, proteine, carboidrati e grassi sani. Per il pranzo e per la cena, invece, è preferibile consumare pasti a base di proteine e verdure, concedendosi piccole porzioni di frutta fresca di stagione durante gli spuntini per evitare di arrivare affamate alla cena.

 

I TURNISTI

Tante categorie di lavoratori sono sottoposte a turnazioni, a volte anche molto pesanti. Basti pensare al personale ospedaliero come medici, infermieri o anche gli autisti e piloti d’aereo. Per questa categoria è importante mangiare 3-4 volte al giorno per mantenere stabili le risorse energetiche, ridurre lo stress e combattere la stanchezza. Il consiglio è di fare spuntini frequenti e variegati durante il giorno, contenenti proteine, carboidrati e lipidi.

Se il turno sono previsti turni notturni, al termine è consigliabile fare un’ abbondante colazione prima di riposare, anche in questo caso meglio se salata e ricca di proteine, verdura e cereali integrali.

Lascia un commento







Send this to friend